I Prestiti Cambializzati

Il prestito cambializzato appartiene alla categoria dei prestiti personali e quindi non è necessario al momento della richiesta, motivare le finalità per cui si intende utilizzarlo. Questo tipo di prestito viene rilasciato con la firma sulle cambiali da parte del richiedente.

La differenza funzionale principale, come possiamo leggere sull’articolo prestiti cambializzati, che rispetto alla maggior parte dei finanziamenti è che si tratta di un tipo di prestito concesso con l’aggiunta di una garanzia complementare aggiuntiva rispetto a quelle normalmente richieste a chi richiede un credito.

La cambiale è appunto questa garanzia, che essendo un titolo esecutivo, può essere impiegato, nei casi di insolvenza, per adempire alle procedure legali che comprendono il pignoramento dei beni del richiedente insolvente. Questi prodotti finanziari vengono concessi con maggiore facilità rispetto alle altre soluzioni creditizie proprio per questa forma di garanzia rappresentata dalla natura di titolo esecutivo delle cambiali.

Solitamente la procedura di analisi è molto breve e vedersi accordare un credito cambializzato è piuttosto facile e veloce, in genere entro le 24 ore dalla richiesta.

Questi finanziameni sono indicati per i cattivi pagatori e i protestati perché chi decide di ricorrere a questo tipo di prestito non è sottoposto alle convenzionali procedure di controllo previste per valutare il grado di solvibilità del soggetto in base ai suoi trascorsi creditizi. Quindi chi utilizza questa linea di credito non è segnalato alle centrali rischi e può richiedere il finanziamento anche se è segnalato per insolvenza.

I prestiti cambializzati sono quindi una delle forme di credito a garantire un più facile accesso e un percorso di analisi-attesa decisamente più basso rispetto agli altri metodi di finanziamento, garantendo nel contempo la possibilità di accedervi anche a chi fosse segnalato per insolvenza per altri prestiti passati.