Ecco la lista delle principali piattaforme di crowdfunding

L’esplosione del fenomeno del crowdfunding in Italia è un dato di fatto. Numerose sono le piattaforme in Italia e nel mondo, la cui lista sarebbe pressoché illimitata.

Occorre specificare che non tutte le piattaforme sono di libero accesso per tutti, nel senso che la più importane e nota piattaforma mondiale di crowdfunding è “Kickstarter”, ma possono iscriversi solo i residenti negli USA e in Gran Bretagna, mentre vi sono altri portali, come IndieGoGo, che pur essendo di diritto statunitense sono liberi a tutti, inoltre Indie GoGo – a differenza delle altre – non pratica il sistema “all or nothing” (tutto o niente), e significa che anche se non si raggiunge il plafond richiesto, i fondi accumulati sono ugualmente utilizzabili, compresa la possibilità di effettuare investimenti in trading on line.

Le più importanti piattaforme di crowdfunding italiane

(in ordine alfabetico)

 

  • org: network etico in cui si consente di finanziare associazioni, testimonial, donatori e attivisti per collaborare su iniziative e progetti nell’ambito del sociale.
  • it: fondata nel 2011 da Tania Innamorati, Federico Bo, Antonio Badalamenti, Fabrizio Mosca e Savina Neirotti. Piattaforma dedicata al cinema per la realizzazione di prodotti cinematografici e parti di essi dalla produzione alla promozione e distribuzione, documentari, cortometraggi, serie Web. Unisce al crowdfunding anche il crowdsourcing.
  • Com-Unity.it: Fondato a marzo 2013, primo portale di proprietà della Banca Interprovinciale Spa e sviluppato dallo Studio SCOA. Piattaforma generalista, ospita progetti in ambito umanitario, sociale, culturale e scientifico. La Com-Unity è gestita da enti: un comitato etico per la scelta dei progetti, i Tutor per l’assistenza sui progetti e la Banca per la gestione del denaro.
  • Crowdfunding-Italia.com: fondata a ottobre 2012. Piattaforma generalista, non impone sommissioni sui fondi raccolti.
  • com: lanciata a novembre 2012 da Roberto Esposito. Piattaforma che ospita petizioni e raccolta firme per progetti e iniziative di interesse comune.
  • com: fondata nel 2011 da Nicola Lencioni. Piattaforma reward-based che permette di finanziare progetti innovativi e creativi di arte, tecnologia, design, musica, cinema, fumetto, scrittura, moda, no profit e sociale.
  • it: Fondata a gennaio 2013 è una piattaforma operante nella Valle d’Itria (Puglia) e rivolta ai giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni e residenti nei comuni di Alberobello (Ba), Cisternino (Br), Locorotondo (Ba), Martina Franca (Ta), Noci (Ba) e Putignano (Ba). I progetti da finanziare devono avere una durata massima di 12 mesi e un tetto di spesa di 10 000 €.
  • org: Fondata a Napoli nell’ottobre 2010 da Adriana Scuotto e Antonio Scarpati. Piattaforma ancora in fase di lancio, serve a finanziare progetti culturali come mostre, restauri, archivi, spettacoli, pubblicazioni.
  • com: Fondata nel 2010 dalla società milanese di DB management, Direct Channel. Piattaforma di personal crowdfunding e per la raccolta fondi per le ONP, organizzazioni No-Profit e nel settore editoriale.
  • com: fondata nel 2009 da Alberto Falossi. Piattaforma generalista per qualsiasi progetto dalla realizzazione di una componente meccanica innovativa alla lista di nozze o festa di compleanno. Non impone commissioni su progetti. Si può definire come la prima piattaforma italiana e internazionale a sostenere il Crowdfunding personale..
  • it: lanciata nel 2013 dalla Media On, opera nella provincia di Bergamo e finanzia progetti generalisti utilizzando il modello “all or nothing”.

Lascia un commento